Metodi e frequenze naturali

Il "Linguaggio della Vita" applicato con la metodica KARNAK

Il Rigeneratore biofrequenziale KARNAK ricrea le frequenze naturali che le cellule dell’organismo umano e degli esseri viventi traducono in processi funzionali, vitali e autoriparatori.

L’armonizzazione consente perciò di agire in modo naturale e non invasivo sull’aspetto biofisico, agendo esclusivamente sulle cause delle problematiche, aumentando il potenziale cellulare a disposizione e portando benefici che si integrano e agiscono in maniera complementare al percorso terapeutico.

GRUPPO METODI

5 metodi per ripristinare ed elevare il proprio benessere psico-fisico

Il potenziale di membrana cellulare è ciò che rende possibile alla cellula operare e mantenere le proprie caratteristiche e funzionalità. Quando, a causa dello stress, di fenomeni di inquinamento chimico ed elettromagnetico, le nostre cellule perdono l’armonia frequenziale e quindi danno vita a degli squilibri bioenergetici e biochimici, il potenziale di membrana cellulare - che si misura in millivolt - subisce delle variazioni.

Queste variazioni comportano che la cellula possa sia perdere funzionalità, non riuscendo ad attingere al nutrimento necessario per la propria vitalità, oltre che all’incapacità di poter liberare la tossicità accumulata in eccesso.

L’azione di riequilibrio biofrequenziale si attiva rispettando appieno l’unicità di ogni essere vivente, agendo sia sull’aspetto informazionale (cioè la frequenza) sia sul potenziale che le cellule necessitano per poter svolgere il proprio compito. L’interazione tra i campi elettromagnetici esogeni - esterni al corpo - ed endogeni - che avvengono all’interno del corpo - permette all’organismo di poter generare nuova chimica. L’applicazione delle biofrequenze in particolare, con uno stimolo molto piccolo, porta l’organismo a beneficiare di queste informazioni, aumentare la capacità di ascolto e di risonanza, per riuscire ad armonizzare e riequilibrare i processi vitali, autoriparatori e le difese immunitarie che stanno alla base del benessere psico-fisico.

Scopri i nostri metodi

Metodo 1
Processi vitali e autoriparatori
Scopri di più

Il corpo umano ha innate capacità e tra di esse possiede una spiccata qualità di utilizzare i potenziali biofisici e biochimici per attivare i processi autoriparatori vitali e funzionali dell’organismo. Interagendo attraverso campi elettromagnetici pulsati, tramite l’utilizzo di frequenze naturali, è possibile interagire con l’organismo, rieducando le cellule con dei potenziali infinitamente piccoli e attivare i processi vitali dall’origine, ovvero dall’informazione che le cellule necessitano per svolgere le loro funzioni. Ogni cellula vibra e risuona su una frequenza specifica, sulla base della tipologia di cellula, sia essa muscolo, tessuto, osso o tessuto connettivo.

Il Rigeneratore, tramite un approccio sul canale cellulare e ormonale, agisce come un diapason che accorda i processi vitali perché la materia del nostro corpo risuona sulle frequenze naturali. Pertanto l’organismo viene rieducato ad accrescere il proprio potenziale e rigenerarsi durante tutta la giornata, non solamente nella fase di riposo notturno.

Programmi

Le soluzioni sviluppate per assolvere alla necessità di potenziare la funzionalità e la vitalità cellulare, permettendo così l’attivazione di meccanismi autoriparatori dell’organismo vivente, possono essere identificate con i programmi 5, 6, 10, 11, 13, 14, 18, 20 e 21.

Effetti e benefici

Gli effetti più tangibili dell’utilizzo di ciascuno di questi programmi sono:

  • una maggiore resa energetica con aumento delle capacità autoriparatorie
  • incremento delle difese immunitarie
  • miglior equilibrio ormonale
  • azione di contrasto alla fatica e allo stress ossidativo (azione di contrasto all’invecchiamento cellulare)

Metodo 2
Processi funzionali e ormonali per il corpo
Scopri di più

Interagendo attraverso frequenze che già l’organismo ben conosce, ma talvolta non mantiene attive per via della perdita di potenziale, rendiamo possibile incrementare la produzione delle sostanze biochimiche per agevolare lo svolgersi dei processi funzionali degli organi. L’azione in prevalenza sul quadro neurovegetativo comporta un incremento dell’attività ormonale e delle sostanze chimiche prodotte da ciascun organo e ghiandola, agevolando al meglio l’assimilazione delle sostanze nutritive e una più efficiente regolazione metabolica.

Programmi

Le soluzioni specifiche per incrementare le funzionalità organiche dei metabolismi sono i programmi 1, 2, 3, 4, 11, 22.

Effetti e benefici

Gli effetti più evidenti dell’utilizzo di questi programmi sono:

  • Un alleggerimento a livello mentale, ottimale in situazioni di stress elettromagnetico dovuto a smartphone, campi elettromagnetici, sostanze neurotossiche
  • Una più efficiente digestione, respirazione e circolazione sanguigna, che pongono le basi ad una aumentata capacità dell’organismo di disintossicarsi e di contrastare al meglio gli allergeni e le eccitotossine presenti negli alimenti (aromi e coloranti artificiali, conservanti, esaltatori di sapidità e dolcificanti artificiali)
  • Ottimizzazione dei metabolismi di grassi e zuccheri con incremento del metabolismo e maggiore controllo del peso.

Metodo 3
Riequilibro emozionale
Scopri di più

L’equilibrio emozionale riveste una grande importanza nel benessere psico-fisico della persona, in quanto la mente brucia fino a 7 volte in più l’energia utilizzata dall’organismo. Appare quindi di fondamentale importanza ottimizzare la resa energetica e il potenziale cellulare neuronale, per creare la situazione di maggior efficienza funzionale. Recenti scoperte scientifiche hanno dimostrato che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario grazie alla presenza dei vasi linfatici meningei. Questa importante scoperta dimostra ancora una volta quanto ancora poco la Scienza sappia sul funzionamento del corpo umano.Pertanto, stati emotivi di ansia, angoscia, stress, tristezza e insoddisfazione procurano un abbattimento delle difese organiche e creano la possibilità che si verifichino disfunzioni nel medio periodo e che le stesse, protraendosi nel lungo periodo, alimentino possibili processi degenerativi.

Programmi

Programmi specifici per riequilibrio emotivo sono il numero 8, 9, 23 e 24.

Effetti e benefici

L’applicazione di questi programmi consente di:

  • Beneficiare di più elevati livelli di serotonina - che essendo l’ormone del buonumore aiuta ad affrontare la quotidianità ed ogni aspetto della vita con positività - come dimostrato da nostre ricerche scientifiche che avvalorano i risultati anche su pazienti affetti da depressione resistente ai trattamenti tradizionali
  • Riequilibrare gli eccessi, sedando gli stati mentali di irrequietezza, agitazione, ansia, paure e panico, con chiari benefici anche sul piano cardio-circolatorio e respiratorio
  • Agire armonizzando i neuroni degli emisferi cerebrali e della colonna vertebrale (formata anch’essa da neuroni) con grande beneficio portato dalla rimozione di blocchi energetici, causati dall’incapacità delle cellule e neuroni di comunicare tra di loro, che talvolta determinano problemi organici e posturali.

Metodo 4
Performance
Scopri di più

L’applicazione di frequenze appositamente studiate per accrescere le capacità intellettuali quali concentrazione, apprendimento, memorizzazione, sia nel lavoro che nello studio e nello sport, consente all’organismo di ottimizzare le proprie attitudini a tale scopo. Ciò si integra nel contesto lavorativo, sportivo e di realizzazione personale, alleviando inoltre i fenomeni di stanchezza cronica e di stress che in molti casi comportano un incremento degli stati di infiammazione e le necessarie risposte dell’organismo con un ulteriore dispendio di risorse energetiche per attivare i necessari processi riparatori (ad esempio l’incremento dei livelli di colesterolo). In ambito sportivo l’attività cellulare trova particolare giovamento nell’ascolto delle frequenze naturali, la cui interazione aumenta la resa energetica-cellulare e l’accumulo di riserve energetiche (ATP) da parte dei mitocondri, al fine di avere a disposizione maggiore potenziale energetico in modo del tutto naturale per accrescere la performance sportiva, con indubbia efficacia nel contrasto della fatica. Viene inoltre incrementata la capacità di recupero dallo sforzo fisico e di distensione muscolare che predispone la muscolatura a un più rapido recupero, contrastando la formazione di radicali liberi.

Programmi

Programmi efficaci a tale scopo sono il numero 1, 2, 6, 12, 13, 15, 22.

Effetti e benefici

L’applicazione di questi programmi consente di:

  • Maggiore lucidità mentale
  • Incremento attività di ragionamento, analisi, memorizzazione e intuizione
  • Aumento della concentrazione - nelle attività di studio, lavorative e di apprendimento
  • Incremento dei riflessi, attraverso la riduzione dei tempi di reazione
  • Incremento della resa energetica cellulare in contrasto alla fatica nell’attività fisica.

Metodo 5
Accrescimento del benessere
Scopri di più

Molto spesso viene confuso lo stato di benessere, cioè il sentirsi bene, con lo stare bene. Questo accade perché non abbiamo sviluppato una capacità di ascolto interiore che rende possibile avvertire deficit di funzionalità, oppure perché i ritmi della vita odierna non ci permettono di avere il potenziale da dedicare a tale scopo. Elevare il potenziale a disposizione di ciascun individuo in un dato momento della propria esistenza (non è sempre lo stesso potenziale) consente non solo di mantenere attivi i processi vitali e svolgere i processi metabolici a più alta efficienza, bensì di attivare le capacità di autoriparazione, disintossicazione, di cui il corpo è ampiamente dotato ma che non sempre riesce ad attivare spontaneamente. L’incapacità quindi di poter svolgere i processi funzionali e vitali al meglio fa sì che l’organismo possa addirittura disimparare queste capacità / abilità e nel lungo termine non essere nemmeno più in grado di attivarle nel momento del bisogno. Come una lingua straniera conosciuta e studiata anni prima viene dimenticata non utilizzandola, il corpo umano - che ha questa innata capacità di apprendere cose nuove ma anche di imparare abitudini sbagliate - può addirittura disimparare, rendendo l’organismo stesso dipendente da apporti biochimici esterni, che compensano ciò che il corpo non è in grado di produrre.

Programmi

Programmi appositamente studiati - da intervallare nell’uso quotidiano - sono il numero 20, 21, 22 e 23, o in alternativa ad essi il programma 10 eseguito quotidianamente oppure a giorni alterni.

Effetti e benefici

Con un equilibrio multifrequenziale ottimale, l’organismo riesce a mantenere attiva la conoscenza dell’ “alfabeto universale” e utilizzarlo per la comunicazione cellulare - cerebrale ed organica.

PROGRAMMI SPECIALI

Si sono inoltre sviluppati dei programmi specifici per ottimizzare le attitudini e i talenti di ciascun individuo: sono i programmi speciali 17, 18 e 19. “Nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma”: si tratta quindi di uno sviluppo di capacità che già la persona possiede e per le quali è richiesta una predisposizione. Per poterlo fare serve la materia prima.

GRUPPI FREQUENZE

Il linguaggio della vita: 5 gruppi frequenziali essenziali

Le frequenze che il cervello utilizza e trasmette verso gli organi dell’organismo e le cellule si basano su più linguaggi che vengono parlati in simultanea.

La cimatica è la scienza che dimostra come a ogni frequenza corrisponda una forma e quindi ciascuna frequenza possa essere considerata come una lettera di un alfabeto universale che viene utilizzato dalle cellule dell’organismo come comunicazione primaria. In base a ciò gli esseri viventi che utilizzano quotidianamente questo linguaggio beneficiano di un benessere psicofisico ottimale e duraturo.

I fenomeni di stress emotivo ed elettromagnetico, in particolare, minano la continuità e la capacità stessa di utilizzo di questa forma di linguaggio cellulare. Riveste quindi grande importanza l’utilità di questo ascolto vibrazionale per mantenere attiva la capacità di comunicazione dei processi vitali.

In particolare i linguaggi cellulari utilizzati dal nostro cervello e organismo sono:

  • Epsilon (0,1 Hz - 0,4 Hz) – linguaggio della psiche
  • Delta (0,5 Hz - 3,9 Hz) - linguaggio dell’attività ormonale, immunitaria e riparatoria
  • Theta (4 Hz - 7,9 Hz) - linguaggio dell’attività cellulare e della vitalità
  • Alpha (8 Hz - 12,9 Hz) - linguaggio dei processi biochimici, metabolici e del sistema neurovegetativo
  • Beta (13 Hz - 19,9 Hz) - linguaggio delle emozioni

Scopri di più

Epsilon è il gruppo di frequenze correlato ai processi della psiche che agiscono prevalentemente sull’apertura mentale (la prospettiva con cui si definisce la propria realtà), sull’autostima e sull’io profondo, all’amor proprio e alla capacità di trarre soddisfazione dalla propria esistenza.

Scopri di più

Le frequenze Delta armonizzano e regolano l’attività ormonale e autoriparatoria dell’organismo. Sono di fondamentale importanza perché agiscono in processi vitali come quelli cardio-respiratori e permettono al corpo di attivare le difese immunitarie e produrre ormoni quali endorfine, encefaline, serotonina e melatonina.

Quest’ultima è prodotta dalla ghiandola pineale che si attiva prevalentemente col riposo notturno, favorendo i processi di auto guarigione.

Le frequenze Delta sono inoltre correlate alle attività dell’ipofisi e della libido e rivestono grande importanza nel mantenimento in salute e nella fortificazione dell’organismo. Sono inoltre le più difficili da mantenere attive a causa delle grandi interferenze elettromagnetiche dei sistemi di comunicazione tecnologici. Queste interferiscono negativamente, a livello elettromagnetico, creando deficit di potenziale per l’attività autoriparatoria da svegli e durante il riposo notturno.

Scopri di più

Le frequenze Theta armonizzano le attività del subconscio e sono un attivatore del canale cellulare. Hanno un’importanza vitale sia per il mantenimento di un potenziale di membrana cellulare ottimale che per l’ottimizzazione delle riserve di energia (ATP – adenosina trifosfato). Sono direttamente coinvolte nei processi funzionali cellulari per l’autoriparazione di ossa, cartilagini, muscoli e organi. Armonizzano il controllo del self, favoriscono il ricambio e la rigenerazione cellulare consentendo al sistema immunitario di attivare le appropriate difese e di agire in contrasto ai meccanismi autoimmuni (cioè le situazioni in cui il sistema immunitario debella le cellule sane, scambiandole per cellule malate). Tra le frequenze Theta evidenziamo la cosiddetta “risonanza di Schumann” di 7,83 Hz, di cui i processi vitali e cellulari hanno estremamente bisogno.

La vita sul pianeta Terra, infatti, si è sviluppata con questa specifica informazione di risonanza cellulare su cui è basata la vita biologica (risonanza di Schumann a 7,83 Hz) che oggigiorno è costantemente sovrastata dall’inquinamento elettromagnetico generato dal progresso scientifico e dalla tecnologia a onde radio e microonde. Occorre infatti considerare come già dagli anni Settanta i velivoli spaziali degli astronauti siano dotati di generatori di campo magnetico terrestre: solo tramite questo sistema tecnologico di creazione della risonanza di Schumann è possibile sopravvivere nello spazio.

Scopri di più

Le frequenze Alpha armonizzano le attività dell’inconscio e regolano il canale biochimico, l’attività intellettuale e il sistema neurovegetativo. Di questo i sistemi ortosimpatico e parasimpatico, che possono essere visti come l’acceleratore e il freno nei processi metabolici, rivestono fondamentale importanza in quanto sono direttamente implicati nell’aspetto cardio-circolatorio e respiratorio e alla capacità dell’organismo di detossificarsi dalla chimica nociva presente molto spesso negli alimenti e nell’aria (es. tossine e metalli pesanti).

L’armonia frequenziale del linguaggio Alpha è direttamente correlata alla capacità dell’organismo di adattarsi ai cambiamenti climatici e alle variazioni nell’esposizione solare e luminosa; i cambi di stagione e le variazioni del ciclo circadiano rendono particolarmente fragile il mantenimento dell’equilibrio nel quadro Alpha. Il passo frequenziale Alpha è inoltre correlato alla capacità di dare una risposta immunitaria adeguata in presenza di allergeni. Infine armonizzano le capacità della sfera intellettuale legate all’apprendimento e alla concentrazione e le possono sviluppare fino a un massimo potenziale.

Scopri di più

Le frequenze Beta gestiscono primariamente l’aspetto emozionale e permettono di ridurre situazioni di panico, paure, insicurezze e tristezza, che alterano talvolta l’equilibrio posturale. Sono inoltre correlabili all’attività elettromagnetica della colonna vertebrale - che essendo di struttura alcalina rappresenta la vera e propria “pila” dell’organismo. Armonizzano le prime vertebre cervicali, agendo direttamente su equilibrio, attività paranasale, auricolare e oculare, nonché su ciascuna vertebra della colonna, apportando benefici anche sul piano della funzionalità organica. Regolano inoltre le attività del conscio e del superconscio.

PROGRAMMI SPECIALI

Si sono inoltre sviluppati dei programmi specifici per ottimizzare le attitudini e i talenti di ciascun individuo: sono i programmi speciali 17, 18 e 19. “Nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma”: si tratta quindi di uno sviluppo di capacità che già la persona possiede e per le quali è richiesta una predisposizione. Per poterlo fare serve la materia prima.

INFORMAZIONE DEI LIQUIDI

Assumere i liquidi informati da frequenze naturali è fonte di grande benessere.

I liquidi, essendo a loro volta costituiti in prevalenza da acqua, mantengono le caratteristiche uniche - chimiche e fisiche - dell’acqua. Il legame covalente determina la formazione della molecola d’acqua che trae origine da due gas, l’idrogeno (H) e l’ossigeno (O). È ben noto a tutti il legame chimico tra idrogeno e ossigeno (la proprietà dell’ossigeno di legarsi direttamente anche con due elementi, l’idrogeno con uno solo, che risulta essere determinante nel formare la molecola d’acqua: H2O), ma è molto spesso sottovalutato o per nulla considerato il legame fisico, ovvero la forza che tiene uniti idrogeno H e ossigeno O. Questa forza è la carica elettrica degli elementi stessi: idrogeno con carica positiva, ossigeno con carica negativa perché una delle proprietà dell’ossigeno è quella di sottrarre elettroni agli altri elementi, favorendone i legami.

L’esistenza stessa delle cariche elettriche degli elementi porta a considerare - sulla base delle leggi dell’elettromagnetismo di Heisenberg - che se ci sono cariche elettriche, esse non possono che generare correnti elettriche variabili, che a loro volta generano campi elettromagnetici variabili, in una reazione che si autoriproduce.

L’aspetto fisico dell’acqua consente pertanto di poter interagire con le frequenze presenti nei liquidi tramite dei campi elettromagnetici esterni, appositamente generati per le esigenze e necessità specifiche di ciascun essere vivente. Anche le “acque sacre”, acque di luce altrimenti conosciute come “acque bianche”, hanno delle proprietà uniche in quanto presentano un profilo frequenziale ben specifico, la cui interazione con l’organismo porta dei vantaggi per le cellule e il loro funzionamento, donando nuove informazioni.

Da qui l’importanza di poter informare i liquidi che beviamo, o i liquidi contenuti nei cibi acquosi che assumiamo (frutta e verdura), per incrementare l’informazione in essi contenuta fornendo quindi all’organismo delle informazioni, che possono agevolare non solo l’efficienza nella comunicazione intracellulare, bensì anche la vitalità delle cellule stesse.

L’informazione dei liquidi, ovvero l’azione ripolarizzante per l’acqua attraverso i campi elettromagnetici pulsati (o magnetizzazione per induzione) generati dal Rigeneratore KARNAK, permette di arricchire di frequenze i liquidi stessi, mettendo inoltre in armonia le molecole d’acqua (che sono raggruppate in cluster) facendo sì che le polarità positiva e negativa effettuino un lavoro di ripolarizzazione creando piani di coerenza cioè di “armonia frequenziale” come dimostrato dagli studi dei “Domini di Coerenza” del Dott. Prof. Emilio Del Giudice. L’acqua armonizzata e informata acquisisce proprietà antiossidanti mentre, in caso contrario, risulta essere fortemente ossidante per il corpo, favorendo inoltre l’invecchiamento cellulare con la perdita di elettroni e di potenziale energetico cellulare.

MODO D'USO

I liquidi, posti in bottiglie o contenitori sigillati, vanno collocati tra le coppette dei diffusori a cuffia del Rigeneratore KARNAK, all’interno quindi del campo magnetico bipolare generato.

PROGRAMMI

La soluzione ottimale sviluppata per svolgere la funzione di armonizzazione e arricchimento frequenziale con benefici di antinvecchiamento cellulare per l’organismo è identificata con il programma 16. Tuttavia, ogni programma (o frequenza) può essere utilizzato per informare i liquidi a seconda delle necessità di ciascuna persona o animale.

EFFETTI BENEFICI

Gli effetti più immediati della magnetizzazione dei liquidi col Rigeneratore KARNAK sono:

  • migliore aspetto e ossigenazione della pelle
  • azione antistress e antiossidante che dona maggiore vigore all’organismo
  • una facilitazione della digestione e assimilazione dei cibi
  • incremento delle capacità autoriparatorie
  • fortificazione del benessere psicofisico, in contrasto allo stress
  • incremento del potenziale di membrana cellulare ed energia a disposizione
  • incremento della vitalità e resa sportiva con migliore gestione della fatica.